Su di me

QUALCHE NOTIZIA

images-1

+ ROVERETO VENEZIA BERLINO ARCHITETTO.  Sono nata a ROVERETO, mio padre avvocato, mia madre insegnante di tedesco, seconda di tre figli. Sono cresciuta a Rovereto e qui ho vissuto la mia infanzia fino al compimento degli studi di scuola superiore al Liceo Rosmini. Giocavo a pallavolo, tennis e nuoto i miei sport preferiti, a lungo lupetta ed esploratrice negli scout CNGEI della mia città. Mi trasferisco a VENEZIA per gli studi universitari, frequentando Architettura allo IUAV, indirizzo composizione urbana, gli studi sulle trasformazioni urbanistiche diventano importante punto di riferimento nella mia formazione universitaria fino a scegliere come lavoro conclusivo per la tesi di laurea lo studio sull’allora Planwerk der Stadt Berlins, auf der Suche nach dem verlorenen Zentrum. Il caso studio riguardava la progettazione di un’area nei pressi della fermata della U-Bahn Jannovitzbrücke a ridosso della Sprea il fiume che attraversa la capitale e vicinissima ad Alexanderplatz, nella parte est di BERLINO. La riflessione importantissima di quegli anni poneva  Berlino al centro del dibattito sulle trasformazione urbane; dopo la riunificazione tedesca in un clima vivace e di grande innovazione e sperimentazione, la capitale diventava simbolo di unità e di rinascita per la Germania, non solo sul piano politico ed economico sociale ma anche rispetto al modello urbano che voleva costruire. Quest’esperienza così significativa, facilitata dall’ottenimento di una borsa di studio presso l’Istituto Trentino di Cultura, mi ha consentito il soggiorno di circa un anno nella capitale. Mi laureo nel 2001 con il prof. Roberto Sordina.

Come ARCHITETTO faccio le mie prime esperienze in alcuni studi professionali, arch Spitaler, arch Perosa a Bolzano, ing Andreolli a Rovereto. Nel 2005 divento socia dello  STUDIO MG+R con sede a Verona. Intraprendo esperienze di collaborazione per la redazione dei piani regolatori con la Provincia di Trento e l’Agenzia per l’Ambiente.

+ MAMMA FRANCESCO PIETRO MATTEO INCAFFI VERONA. Il 2005 è un anno particolare, mi sposo con FRANCESCO MISDARIS, inizio l’attività come libero professionista, intraprendo la mia prima esperienza politica, che mi porta alla candidatura nelle fila della Margherita a sostegno di Roberto Maffei candidato sindaco. Nel 2007 nasce PIETRO, capricorno, come la mamma, oggi quasi nove anni, nel 2011, MATTEO, bilancia, oggi 4 anni. Siamo in quattro in famiglia, poi  i nonni, gli  zii e la cuginetta GIULIANA.

+ URBANISTICA AMMINISTRATRICE SEGRETARIA PD COMUNE ROVERETO.   Nel 2008 il processo di formazione del Partito Democratico arriva anche in Trentino. Io assieme ad alcuni giovani tra cui Fabrizio Gerola Luca Zeni Alessio Zanoni e altri decidiamo di partecipare alla fase costituente del partito. A sostegno di Alberto Pacher divento componente dell’assemblea provinciale del Partito Democratico del Trentino. Nel 2010 candido come capolista nelle fila del Pd a sostegno di Andrea Miorandi sindaco, vengo eletta e scelta dal sindaco come assessora di giunta con deleghe alla mobilità, alle grandi opere e all’URBANISTICA: assessorato Progetto Rovereto Europea.

Molte sono le esperienze nei cinque anni e i progetti portati a termine: tre varianti al PRG: Territorio Ambiente e Paesaggio in continuità con Maurizio Tomazzoni, variante febbraio 2014 e variante di adeguamento alla normativa provinciale sulle aree commerciali. Mi preme ricordare, in questa sede il  MASTERPLAN sulla meccatronica e areale ferroviario di FABRIZIO BAROZZI e lo studio Barozzi Veiga, il masterplan sul Follone sempre di Barozzi e il masterplan sull’area di Sant’Ilario dell’arch. Losi.

Un’esperienza altrettanto significativa, che voglio ricordare, ha portato all’approvazione del  PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ (Pum) un percorso piuttosto lungo e fortemente partecipato che ha permesso lo studio e l’integrazione dei diversi strumenti legati alla pianificazione della mobilità di cui il Comune di Rovereto già si era dotato negli anni (Piano sosta, Piano della Ciclabilità, Piano del Traffico Piano dei Trasporti ecc). Tale strumento rappresenta il riferimento per ogni intervento pubblico in termini di viabilità ciclabilità trasporto pubblico e sosta.

L’ultimo progetto che voglio citare riguarda il PARTERNARIATO PUBBLICO-PRIVATO, un nuovo modo di intendere la realizzazione di opere per la collettività, un produttivo intreccio tra urbanistica e lavori pubblici coinvolgendo il settore privato e non solo la finanza comunale o provinciale. Un esempio significativo in via di realizzazione il COMPARTO EX STAZIONE AUTOCORRIERE, IL NUOVO PARCHEGGIO INTERRATO PER L’OSPEDALE SANTA MARIA DEL CARMINE, che l’amministrazione Valduga sta portando avanti, L’AREA CON LAGHETTO PER PESCA SPORTIVA LUNGO LA CICLABILE PROVINCIALE.

Nel 2014 partecipo alle primarie per l’elezione del nuovo segretario a guida del Partito Democratico del Trentino con Elisa Filippi e Vanni Scalfi. Divento SEGRETARIA del Pd del Trentino fino a giugno del 2015.

pd_2
Giulia Robol, Vanni Scalfi, Elisa Filippi.

Attualmente sono componente dell’assemblea provinciale e membro del coordinamento provinciale del Pd del Trentino.