Archivi tag: donne

Se “avvocata” suona male

profess

 

Giulia Robol, “Corriere del Trentino”, 6 novembre 2014.

In questi giorni sono comparsi sulla stampa alcuni articoli sull’uso del linguaggio di genere nei mass media e sulla rilevanza o meno dell’uso dei termini al femminile nella vita professionale. E’ stato rilevato come, in realtà, si tratti di un falso problema; la femminilità sarebbe infatti una questione di cultura e non di lessico, e non si dovrebbero coniare parole nuove solo per coniugare un nome al femminile.

Anche chi prende atto del fatto che l’italiano è una lingua che prevede parole al maschile o al femminile e non registra il genere neutro, spesso liquida le espressioni al femminile come brutte, che “suonano male”, dimenticando però che, nella maggior parte dei casi, siamo prontissimi ad accettare neologismi orribili, come “scannerizzare”, ma rifiutiamo “avvocata” o “ministra”.

Continua la lettura di Se “avvocata” suona male

Otto marzo, una giornata per riflettere

8 marzo

 

Giulia Robol e Monica Baggia

L’otto marzo, il giorno dedicato alla Donna, deve essere una giornata in cui ricordare e riflettere.
Ricordare le battaglie, i risultati comunque ottenuti e dei quali godiamo a piene mani anche noi che, per età, a quelle battaglie non abbiamo partecipato. Riflettere su quanto ancora la piena parità tra i generi non sia effettiva.
Per l’impegno che ci siamo assunte non possiamo esimerci dal capire in che cosa debba consistere il ruolo della politica nell’attuazione del principio di parità e nella sua diffusione in vista di una comune condivisione.

E’ necessario raccogliere e fare proprio il lavoro di molte donne che singolarmente, nei gruppi, nelle associazioni quotidianamente affrontano il tema della condizione femminile nella società, nella vita pubblica, in famiglia, nel mondo del lavoro. Attivarsi perchè le loro proposte siano trasferite nelle decisioni di chi ha il potere di prenderle.
In modo trasversale. Perché ogni decisione assunta sia pensata e pesata anche nel suo impatto di genere. Continua la lettura di Otto marzo, una giornata per riflettere

Immagino le donne protagoniste in politica

we-can-do-itCon una lettera pubblicata l’11 febbraio scorso Elena mi ha chiesto come intendo concretamente incrementare la presenza delle cittadine nella politica per dare un senso concreto alla “partecipazione” di cui tanto si parla. Sgomenta ripercorrere le percentuali di donne presenti in politica nel nostro paese. Un’esclusione che, come ho già avuto modo di dire, ritengo anacronistica. Le donne che oggi affrontano con successo ogni tipo di percorso scolastico, che si indirizzano verso professioni un tempo maschili con ottimi risultati, sono, invece, escluse dai luoghi in cui si decide. Il tema non è solo culturale, ma riguarda le regole, i metodi di scelta delle persone da proporre nelle competizioni elettorali. Le donne escono vincenti nelle selezioni di merito, ma sono escluse dalla cooptazione.

Continua la lettura di Immagino le donne protagoniste in politica