Archivi tag: linguaggio

Se “avvocata” suona male

profess

 

Giulia Robol, “Corriere del Trentino”, 6 novembre 2014.

In questi giorni sono comparsi sulla stampa alcuni articoli sull’uso del linguaggio di genere nei mass media e sulla rilevanza o meno dell’uso dei termini al femminile nella vita professionale. E’ stato rilevato come, in realtà, si tratti di un falso problema; la femminilità sarebbe infatti una questione di cultura e non di lessico, e non si dovrebbero coniare parole nuove solo per coniugare un nome al femminile.

Anche chi prende atto del fatto che l’italiano è una lingua che prevede parole al maschile o al femminile e non registra il genere neutro, spesso liquida le espressioni al femminile come brutte, che “suonano male”, dimenticando però che, nella maggior parte dei casi, siamo prontissimi ad accettare neologismi orribili, come “scannerizzare”, ma rifiutiamo “avvocata” o “ministra”.

Continua la lettura di Se “avvocata” suona male